L’uomo sogna di volare da tempi molto antichi, il nostro beneamato Leonardo Da Vinci ci ha provato in tutti i modi possibili l’unica cosa che non aveva ancora sperimentato è l’ACROYOGA.

Facile a capirsi, del resto non era stata ancora inventata!

Nasce infatti alla fine degli anni 90 tra la California e Montreal! Ed anche qui il nostro famoso compatriota non ci era mai andato!!

Potremmo dare notevoli informazioni tecniche, ma oggi ciò che vorrei fare è parlare delle EMOZIONI che questa pratica ci fa provare.
Pratico ed insegno questa meravigliosa disciplina da quasi 5 anni e quello che ho notato è che non c’è un’altra cosa al mondo che porta così tanta gioia negli occhi delle persone.

Ma perché quando si prova a praticare ci si sente così bene e felici?

Prima di tutto è estremamente DIVERTENTE, senza false modestie, in una lezione di Acro pratichi spesso per 1 ora e 30 minuti, allenando ogni singolo muscolo del tuo corpo e rendendolo più forte e funzionale ed allo stesso tempo non ti accorgi che lo stai facendo. L’ora passa e quando arrivi alla fine ne vorresti sempre di più. ( Noi fatichiamo a chiudere lo studio alla fine della lezione perché tutti vogliono ancora continuare. Vi è mai successo in palestra??)

Nell’acroyoga si lavora sulla FIDUCIA negli altri ed in se stessi, cosa che nel nostro mondo abbiamo quasi dimenticato.

Si superano limiti e PAURE attraverso la condivisione ed il sostegno delle altre persone. (cosa che come dico sempre fa superare l’asticella dell’impossibile sempre un po’ più avanti)
Si impara una comunicazione veramente efficacie, per dire di cosa ho bisogno ho la necessità di capire prima ciò che voglio. ( Nel caso specifico si parla di piedi messi più su o più giù,ma questo ci allena a parlare chiaro anche nella vita)

Quindi in sostanza per quale motivo l’Acroyoga insegna a vivere?

Perché nella vita siamo sempre in contatto con gli altri e per poterci connettere l’un l’altro dobbiamo per forza riconnetterci prima con noi stessi, con il nostro sentire con il nostro respiro con la nostra voglia di tornare bambini e giocare, ma soprattutto  eliminare il Giudizio (non sono capace/non sei capace).

Avete pensato mai a quanto tempo ci è voluto per imparare a camminare? Pensate se in quel momento alla prima caduta qualcuno avesse detto che camminare non faceva per voi! Sarebbe stato assurdo giusto? Uguale con l’Acroyoga o qualsiasi disciplina richieda un impegno mentale e fisico.

Si perché quando da piccoli si giocava sotto casa con l’amichetto/a del cuore si cadeva e ci si rialzava in continuazione per correre di più e per giocare ancora un po’ prima che arrivasse l’ora di cena. Perché cadere ci faceva ridere sempre più forte, di quelle risate che scuotono la pancia e che nutrono il cuore.
Ecco è proprio quello che si prova facendo Acroyoga, si torna a rivivere uno di quei momenti in cui si è totalmente spensierati e felici in un ambiente per noi sicuro!!!

A chi è consigliato?

A tutti senza distinzione di età, acciacchi razze e religioni.
Se una Formica può sollevare 80 volte il suo peso, vi assicuro che con la tecnica voi potrete sollevare un’altra persona.
Se avete mal di schiena siete i benvenuti, il lavoro in sospensione libera la tensione tra i dischetti vertebrali ed allunga la muscolatura che di solito è sempre contratta.
Se vi sentite TROPPO pesanti per essere SOLLEVATI ( e chi di noi non si sente un fuscello?) Ritornate al punto 2 La formica può!
Per il resto FREGATENE DI COME SEMBRA, lasciatevi guidare dalla vostra voglia di divertirvi ,di aprire la porta al nuovo e di imparare qualcosa che vi cambierà veramente tanto la vita in MEGLIO.